Vescovi Usa: dichiarare “genocidio” persecuzioni cristiani in Medio Oriente

2016-03-09 Radio Vaticana

I vescovi statunitensi rendono omaggio alle “martiri della carità”, le quattro religiose Missionarie della Carità uccise ad Aden, in Yemen, insieme ad altre 12 persone. E chiedono “una risposta internazionale” e una dichiarazione pubblica da parte del Dipartimento di Stato americano contro “il genocidio in corso in Medio Oriente contro cristiani, yazidi e altre minoranze religiose”. “Invitiamo tutti i fedeli e tutte le persone di buona volontà a unirsi in solidarietà con le persone di tutti le fedi che vedono le loro vite minacciate dal male, dall’indifferenza, dall’odio e dal terrorismo”, affermano in un nota ripresa dall'agenzia Sir. 

Dichiarazione utile per salvare i cristiani del Medio Oriente
“Rinnoviamo il nostro appello a migliorare la risposta internazionale”, sottolineano i vescovi, ricordando la richiesta già inoltrata lo scorso mese di novembre:  dichiarare “genocidio” le persecuzioni contro i cristiani e le minoranze religiose del Medio Oriente. “Questa dichiarazione – spiegano – sarebbe utile per salvare vite e difendere tutti coloro che devono affrontare la violenza degli estremisti”. La comunità cristiana insieme ad altre realtà, precisano, “sta lavorando per aiutare a raccogliere le prove necessarie per sollecitare l’azione del Dipartimento di Stato”. (R.P.)

(Da Radio Vaticana)