​Testimonianza di unità -Celebrato il centesimo anniversario della restaurazione del patriarcato di Mosca

2017-12-05 L’Osservatore Romano

 «Non c’è nient’altro di simile, da un punto di vista spirituale, dell’esperienza empatica dell’unità, della preghiera insieme, della comunione del santo calice»: parole di ringraziamento quelle del patriarca di Mosca, Cirillo, rivolte ai primati delle Chiese ortodosse locali riunitisi ieri nella cattedrale di Cristo Salvatore per commemorare il centesimo anniversario della restaurazione del patriarcato, avvenuta appunto il 4 dicembre 1917 con l’intronizzazione di Tichon, venerato come santo dagli ortodossi russi. «Che Dio ci sostenga, nella nostra unità, nella nostra comunione, nel nostro ministero comune per il popolo di Dio, la Chiesa ortodossa universale e il mondo. Tanti anni buoni», ha auspicato. Rivolgendosi a Teodoro ii, patriarca di Alessandria, che ha guidato la divina liturgia in cattedrale, Cirillo ha invitato a pregare per «l’enorme gregge in tutta l’Africa, per il vostro lavoro missionario». E a Giovanni x (Yazigi), patriarca di Antiochia, ha detto che tutto il mondo ortodosso è vicino alle sofferenze dei cristiani in Iraq, in Siria, in Libano. La memoria della restaurazione del patriarcato della Chiesa russa — ha risposto dal canto suo Giovanni x — «è un grande evento, è gioia per tutti gli ortodossi, per tutte le Chiese ortodosse. È una testimonianza di amore, di unità, di pace».