Storia, legislazione e prassi dello scioglimento del vincolo matrimoniale canonico- Un discernimento personalizzato

2017-03-16 L’Osservatore Romano

L’invito rivolto da Papa Francesco in Amoris laetitia a un discernimento personalizzato delle situazioni matrimoniali difficili e irregolari, al fine di una maggiore integrazione nella comunità ecclesiale dei fedeli coinvolti in esse, richiede nei pastori e negli altri operatori pastorali, oltre all’acquisizione della difficile arte dell’accompagnamento (cfr. Evangelii gaudium, n. 169), un’adeguata conoscenza delle soluzioni e degli strumenti che il diritto della Chiesa, a partire da una riflessione antropologica, teologica e giuridica bimillenaria, ha ideato per aiutare questi fedeli nella verità e nella carità. Accanto ai processi di nullità matrimoniale, mediante i quali si accerta che il vincolo coniugale non era in realtà mai sorto, vi sono altre procedure di natura amministrativa che non dichiarano il matrimonio nullo sin dall’inizio ma lo sciolgono in presenza di determinati presupposti, permettendo così alle parti di riacquistare lo stato libero.

È questo il tema dell’opera di Piero Amenta (Lo scioglimento del vincolo matrimoniale canonico: storia, legislazione e prassi, Città del Vaticano, Libreria editrice vaticana, 2017, pagine 224, euro 20), edizione rivista di un testo ormai esaurito, originariamente pubblicato nel 2008 sempre nella collana Studi giuridici e tradotto in varie lingue. La riedizione nell’odierno contesto postsinodale appare una felice coincidenza e aggiunge all’opera, che si caratterizza per originalità e chiarezza, un tratto ulteriore di attualità.

Come sottolinea il titolo, l’argomento viene affrontato in prospettiva storica e giuridica, cui si aggiunge un costante riferimento alla prassi dei dicasteri della curia romana competenti in materia, prassi ben nota all’autore che, oltre a essere prelato uditore del Tribunale della rota romana e docente nelle università pontificie, è membro da molti anni delle commissioni preposte alla trattazione dei casi di scioglimento.

di Francesco Catozzella