Rito Lavanda dei piedi: potranno essere scelte anche le donne

2016-01-21 Radio Vaticana

Papa Francesco ha deciso di apportare un cambiamento nelle rubriche del Messale Romano relative al Rito della “Lavanda dei piedi” contenuto nella Messa in Coena Domini: d’ora in poi, tra le persone scelte dai pastori potranno esserci anche le donne. Il Papa lo spiega in una Lettera al cardinale Robert Sarah, prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti. Il medesimo Dicastero ha quindi emesso un apposito Decreto. Il servizio Isabella Piro:

Esprimere la carità senza confini di Gesù
“Esprimere pienamente il significato del gesto compiuto da Gesù nel Cenacolo, il suo donarsi ‘fino alla fine’, per la salvezza del mondo, la sua carità senza confini”: Papa Francesco spiega così, nella lettera al cardinale Sarah, la decisione di modificare la rubrica del Messale Romano che indica le persone prescelte per ricevere la Lavanda dei piedi durante la Messa in Coena Domini, nel Giovedì Santo.

Tra i fedeli prescelti anche donne
La decisione del Papa, presa “dopo attenta ponderazione”, spiega lo stesso Pontefice, fa in modo che “d’ora in poi i pastori della Chiesa possano scegliere i partecipanti al rito tra tutti i membri del popolo di Dio”. Se prima, infatti, essi dovevano essere uomini o ragazzi, ora – spiega il decreto della Congregazione per il Culto Divino - potranno essere sia uomini che donne, “e convenientemente giovani e anziani, sani e malati, chierici, consacrati e laici”, inclusi coniugati e celibi. Tale “gruppetto di fedeli – sottolinea il Dicastero, senza specificarne il numero – dovrà rappresentare la varietà e l’unità di ogni porzione del popolo di Dio”.

Spiegare adeguatamene il significato del rito ai prescelti
Il Santo Padre raccomanda, inoltre, che “ai prescelti venga fornita un’adeguata spiegazione del significato del rito stesso ai prescelti”. A questi ultimi – scrive il segretario della Congregazione per il Culto Divino, mons. Arthur Roche, in un articolo per L’Osservatore Romano – spetta offrire con semplicità la propria disponibilità. Spetta poi a chi cura le celebrazioni liturgiche preparare e disporre ogni cosa per aiutare tutti a partecipare fruttuosamente a questo momento: è la vita di ogni discepolo del Signore l’anamnesi del ‘comandamento nuovo’ ascoltato nel Vangelo”.

Gesto già compiuto da Papa Francesco
Da ricordare che Papa Francesco ha già compiuto il rito della Lavanda dei piedi su alcune donne, ad esempio nel Giovedì Santo dello scorso anno, quando ha celebrato la Santa Messa in Coena Domini nel carcere di Rebibbia.

(Da Radio Vaticana)