Premiata la Congregazione delle Chiese Orientali e Radio Vaticana

2017-10-07 Radio Vaticana

La Congregazione delle Chiese Orientali e Radio Vaticana vincono il Premio di Riconcilazione “Capitolo di Unione Polacco-Ucraina”.

Il Premio, istituito nel 2001 dal Capitolo di unione polacco-ucraina, viene assegnato ogni anno a personalità e istituzioni che, con la loro attività, abbiano promosso la comprensione reciproca tra i popoli dell’Europa centro-orientale. La cerimonia di consegna del Premio si svolgerà a Roma alle ore 18 del 12 ottobre, presso il Collegio Ucraino di San Giosafat. Nello stesso giorno, prevista anche la Messa presieduta da Papa Francesco nella Basilica di Santa Maria Maggiore per il centenario della Congregazione per le Chiese Orientali.

Motivazioni della premiazione:
La Congregazione per le Chiese Orientali è premiata per il sostegno dei valori che uniscono i popoli nell’edificazione di un futuro comune e in armonia con le parole di San Giovanni Paolo II: “Grazie alla purificazione della memoria storica siano tutti pronti a mettere al di sopra ciò che unisce e non ciò che divide, per costruire insieme il futuro basato sul rispetto reciproco, sulla fraterna collaborazione e sull’autentica solidarietà”.

La redazione della Radio Vaticana - sezioni polacca, ucraina e slovacca - riceve il riconoscimento per la trasmissione imparziale delle informazioni e per la promozione del dialogo interculturale nell'Europa centrale e orientale superando gli stereotipi e i pregiudizi reciproci.

Quest’anno la premiazione si svolge a Roma:
Nella capitale, 30 anni fa, il primo incontro tra i rappresentanti dell'episcopato della Polonia e del Sinodo della Chiesa greco-cattolica. Nell'occasione, venne proclamata la dichiarazione di perdono e di riconciliazione polacco-ucraina. Fu il primo passo di un lungo cammino di riconciliazione tra i due popoli. Il primo premio venne consegnato a San Giovanni Paolo II.

(Da Radio Vaticana)