Pechino auspica un dialogo pacifico sulla Corea del Nord

2017-09-07 L’Osservatore Romano

 La Cina insiste per la denuclearizzazione della penisola coreana e per risolvere la grave crisi con Pyongyang attraverso il dialogo pacifico. Il presidente cinese, Xi Jinping, ha dettato la linea di Pechino sulla Corea del Nord durante un colloquio telefonico avuto ieri sera con il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Xi ha dichiarato che «la direzione generale da prendere è quella di una risoluzione pacifica della questione», si legge nel resoconto della telefonata pubblicato dall’agenzia Xinhua, aggiungendo che «il dialogo combinato con una serie di misure complessive è l’argomento migliore per cercare una soluzione di lungo termine».

Nel colloquio, Trump ha manifestato «profonda preoccupazione» per la situazione al 38° parallelo, attribuendo grande importanza al «ruolo essenziale della Cina» per risolvere la crisi. Poche ore prima, il presidente sudcoreano, Moon Jae In, e il primo ministro giapponese, Shinzo Abe, si sono detti d’accordo per portare le sanzioni contro la Corea del Nord «a un livello estremo». Il presidente russo, Vladimir Putin, ha invece detto che Mosca non vuole nuove sanzioni, definendole «pericolose e controproducenti» L’opzione che circola di più, dopo il test del 3 settembre scorso, è quella di un embargo petrolifero nei confronti di Pyongyang,