Papa prega per la morte dell'ex segretario Onu Boutros Boutros-Ghali

2016-02-17 Radio Vaticana

Una vita spesa nel “generoso servizio al suo Paese e alla Comunità internazionale”. Così il Papa in un telegramma al segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon, per la morte dell’ex segretario Onu, Boutros Boutros-Ghali. Nel dirsi “rattristato”, Francesco assicura preghiere estendendo “sentite condoglianze” a quanti vivono il dolore per la scomparsa del politico e diplomatico egiziano, spentosi ieri al Cairo all’età di 93 anni.

Accolse san Giovanni Paolo II nella sua visita all'Onu nel '95
Boutros Boutros-Ghali è stato il sesto segretario generale delle Nazioni Unite, dal 1992 al 1996. Subito dopo la fine della “Guerra Fredda” affrontò diverse crisi mondiali tra cui la guerra dei Balcani e il genocidio ruandese. Accompagnò anche il processo di pace nel Salvador dopo la fine della guerra civile. Il 5 ottobre del 1995 fu ringraziato davanti all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite di New York, da Papa Giovanni Paolo II per “aver caldamente incoraggiato” la visita in quella sede. Egiziano, nato al Cairo, ha ricoperto incarichi accademici. Dal 1977 al 1991 fu sottosegretario agli Esteri, poi viceministro degli Esteri.

(Da Radio Vaticana)