Papa nomina Ladaria prefetto Dottrina Fede, succede a card. Müller

2017-07-01 Radio Vaticana

Papa Francesco ha ringraziato il cardinale Gerhard Ludwig Müller alla conclusione del suo mandato quinquennale di Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede e di Presidente della Pontificia Commissione “Ecclesia Dei”, della Pontificia Commissione Biblica e della Commissione Teologica Internazionale, ed ha chiamato a succedergli nei medesimi incarichi mons. Luis Francisco Ladaria Ferrer, arcivescovo titolare di Tibica, finora segretario della Congregazione per la Dottrina della Fede. Il servizio di Alessandro Gisotti:

Gesuita spagnolo, mons. Luis Francisco Ladaria Ferrer, 73 anni, ha conseguito nel 1966 la Laurea in Giurisprudenza all’Università di Madrid e nello stesso anno è entrato nella Compagnia di Gesù. Ha compiuto gli studi di Filosofia e Teologia all'Università Pontificia madrilena di Comillas e presso la Philosophisch-theologische Hochschule Sankt Georgen (a Francoforte). Ordinato sacerdote nel 1973, ha conseguito il Dottorato in Teologia alla Pontificia Università Gregoriana divenendo poi docente di Teologia dogmatica all'Università Pontificia Comillas e, in seguito, ordinario di Teologia dogmatica alla Pontificia Università Gregoriana, della quale è stato anche vice-rettore. Dal 1992 al 1997 è stato membro della Commissione teologica internazionale e dal 2004 ne è segretario generale. Nel 1995 viene nominato da San Giovanni Paolo II consultore della Congregazione per la Dottrina della Fede di cui diviene segretario nel 2008 con la nomina di Benedetto XVI. Il 2 agosto dell’anno scorso, Papa Francesco lo nomina presidente della Commissione di studio sul Diaconato delle donne. In tale occasione, parlando ai microfoni della Radio Vaticana, mons. Ladaria sottolineò che volontà del Papa è di far sì che “il ruolo delle donne sia sempre più valorizzato” in ambito ecclesiale. La Chiesa, aggiungeva, “deve trovare il modo di farsi sempre più presente” e qui “la presenza della donna può essere decisiva”.

(Da Radio Vaticana)