Papa incontra Mahmoud Abbas: coraggio nel processo di pace

2015-05-16 Radio Vaticana

Ripresa del negoziato e assunzione di “decisioni coraggiose” per la pace, con l’appoggio internazionale. È quanto hanno auspicato Papa Francesco e il presidente dello Stato di Palestina, Mahmoud Abbas, durante l’incontro avvenuto in Vaticano.

Nel corso dei “cordiali colloqui”, informa una nota ufficiale, “è stata manifestata grande soddisfazione per l’intesa raggiunta sul testo di un Accordo comprensivo tra le Parti circa alcuni aspetti essenziali della vita e dell’attività della Chiesa cattolica in Palestina, che sarà firmato in un futuro prossimo”.

Per quanto riguarda poi il processo di pace con Israele, è stato espresso “l’auspicio che si possano riprendere i negoziati diretti tra le Parti per trovare una soluzione giusta e duratura al conflitto. A tale scopo – prosegue il comunicato – si è ribadito l’augurio che, con il sostegno della Comunità internazionale, Israeliani e Palestinesi prendano con determinazione decisioni coraggiose a favore della pace”. Riferendosi infine ai conflitti “che affliggono il Medio Oriente”, è stata riaffermata “l’importanza di combattere il terrorismo, è stata sottolineata la necessità del dialogo interreligioso”.

Dopo il colloquio con il Papa, il presidente palestinese ha incontrato il cardinale segretario di Stato, Pietro Parolin, accompagnato da mons. Paul Gallagher, segretario per i Rapporti con gli Stati.

Mahmoud Abbas parteciperà domani alla canonizzazione di due Beate palestinesi, per la quale ha ringraziato Papa Francesco.

(Da Radio Vaticana)