Oggi in San Pietro le spoglie di Padre Pio e Leopoldo Mandić

2016-02-05 Radio Vaticana

Sono migliaia i fedeli che in queste ore stanno venerando le spoglie dei due "Santi della Misericordia", San Pio da Pietrelcina e San Leopoldo Mandić, giunte a Roma mercoledì scorso. Oggi alle 16 le reliquie vengono accompagnate processionalmente dalla parrocchia di San Salvatore in Lauro nella Basilica di San Pietro, dove l'arrivo è previsto per le 17.00. Domani alle 10.00 in Piazza San Pietro, Papa Francesco concederà un’udienza speciale agli aderenti dei Gruppi di Preghiera di Padre Pio e ai dipendenti della Casa Sollievo della Sofferenza. Il servizio di Gabriella Ceraso:

Al termine di una intera giornata di celebrazioni, ieri sera, da San Lorenzo fuori le Mura le spoglie di Padre Pio e Leopoldo Mandić sono state trasferite, per la seconda volta, arrivando a San Salvatore in Lauro, una delle tre chiese di riferimento dei pellegrini in cammino verso la Porta Santa vaticana. Non si è però mai interrotta la fila di fedeli che da mercoledì le sta seguendo. Prima al Verano, poi nel cuore di Roma e da stasera all’11 febbraio in San Pietro, sono giovani e anziani, donne e uomini ad arrivare da tutto il mondo: attendono in fila per ore, pregano in silenzio, ripercorrono la propria vita di fede, poi portano un omaggio floreale, accarezzano le teche, ricordano le grazie ricevute. In tantissimi sono legati al frate di Pietrelcina consacrato al popolo di Dio:

R. - E’ una questione di devozione, di affetto verso il Santo.

R. - E’ veramente un’emozione grandissima.

R. - E’ un momento difficile della mia vita, di salute. Mi ha fatto un miracolo e sono qui per ringraziarlo. E’ un Santo di grande obbedienza e umiltà ed è una vita che tocca.

Speranze e preghiere anche per San Leopoldo, la cui storia di confessore assiduo e accogliente verso i penitenti, attrae tanti:

R. - La cosa particolare di lui è che l’unica cosa che chiedeva ai suoi superiori era quella di poter abusare del tempo, per rimanere il più possibile nel confessionale. E ai peccatori diceva, questa è una sua frase storica: “Io sono un peccatore come lei. Se non ci fosse la Parola di Dio e la sua mano sopra il capo, farei le stese cose che ha fatto lei”.

Transennato e punteggiato dalle forze dell'ordine è già dall’alba l'itinerario interessato dalla processione: le reliquie dei Santi arrivano alle 17.00 nella Basilica di San Pietro. Ad accoglierle, sul sagrato, il cardinale arciprete Angelo Comastri, prima dell’esposizione nella navata centrale, dinanzi all’altare della Confessione. Apertura straordinaria stasera fino alle 21.00. In campo anche i volontari del Giubileo, che accompagnano i partecipanti per le 4 soste previste lungo il tragitto. 60mila i fedeli attesi domani mattina per la solenne celebrazione giubilare presieduta da Papa Francesco.

(Da Radio Vaticana)