Lettera Pontificia al Sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato per la nomina a Delegato Speciale presso il Sovrano Militare Ordine di Malta (2 febbraio 2017)

LETTERA DEL SANTO PADRE FRANCESCO
AL SOSTITUTO PER GLI AFFARI GENERALI DELLA SEGRETERIA DI STATO
PER LA NOMINA A DELEGATO SPECIALE PRESSO IL SOVRANO MILITARE ORDINE DI MALTA

Al venerato Fratello
Mons. Giovanni Angelo BECCIU
Arcivescovo titolare di Roselle
Sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato

All'inizio del cammino di preparazione in vista del Capitolo straordinario che dovrà eleggere il nuovo Gran Maestro del Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme, di Rodi e di Malta, con la presente La nomino in data odierna mio Delegato speciale presso quel benemerito Ordine. Ella agirà in stretta collaborazione con S.E. il Ven. Balì Fra' Ludwig Hoffmann von Rumerstein, Luogotenente Interinale, per il maggior bene dell'Ordine e la riconciliazione tra tutte le sue componenti, religiose e laicali. Ella affiancherà e sosterrà il Luogotenente nella preparazione del Capitolo straordinario, e insieme deciderete le modalità di uno studio in vista dell'opportuno aggiornamento della Carta Costituzionale dell'Ordine e dello Statuto Melitense.

Lei, in particolare, curerà tutto ciò che attiene al rinnovamento spirituale e morale dell'Ordine, specialmente dei Membri professi, affinché sia pienamente realizzato il fine «di promuovere la gloria di Dio mediante la santificazione dei Membri, il servizio alla Fede e al Santo Padre e l'aiuto al prossimo», come recita la Carta Costituzionale.

Fino al termine del Suo mandato, cioè fino alla conclusione del Capitolo straordinario che eleggerà il Gran Maestro, Lei sarà il mio esclusivo portavoce in tutto ciò che attiene alle relazioni tra questa Sede Apostolica e l'Ordine. Le delego, pertanto, tutti i poteri necessari per decidere le eventuali questioni che dovessero sorgere in ordine all'attuazione del mandato a Lei affidato.

Mentre La ringrazio per la disponibilità ad assumere il suddetto incarico, Le assicuro la mia preghiera e Le impartisco di cuore la Benedizione Apostolica, che volentieri estendo a tutti i membri dell'Ordine.

Dal Vaticano, 2 febbraio 2017

FRANCESCO