L'arcivescovo di Manila, Tagle: mia nomina a cardinale, dono per l'evangelizzazione in Asia

2012-10-24 Radio Vaticana

Un sorriso che esprime emozione, gioia e gratitudine al Papa per averlo scelto tra i nuovi cardinali. E’ quello disegnato sul viso di mons. Luis Antonio Tagle, arcivescovo di Manila nelle Filippine, vicepresidente della Commissione per il messaggio del Sinodo. Paolo Ondarza lo ha incontrato subito dopo l’annuncio dato ieri mattina da Benedetto XVI:

R. - Non sono ben preparato per ricevere questo onore dal Santo Padre! E’ un segno di fiducia e per me è un’esperienza spirituale. Quando il segretario di Stato mi ha chiamato per comunicarmi la decisione del Papa, volevo rispondere con le parole della preghiera prima della Comunione: “non sono degno di partecipare alla tua mensa…”. Però ho sentito anche che Qualcuno, più grande di me, è venuto a chiamarmi.

D. - Dopo quella al sacerdozio, quella all’episcopato, questa è una nuova chiamata…

R. - Sì, questa chiamata non è per me come individuo ma è per la Chiesa di Manila e la Chiesa delle Filippine.

D. - Qual è stato il suo primo pensiero appena saputa la notizia?

R. - Il primo pensiero che mi è venuto in mente è stata la missione della Chiesa delle Filippine, in particolare la Chiesa di Manila. Questa Chiesa ha un compito e un impegno per la grande missione nel vasto continente dell’Asia. Forse questo dono che ho ricevuto è per promuovere la missione della Chiesa filippina nell'evangelizzazione dell’Asia.

D. - A questo proposito quale augurio per l’Anno della fede?

R. - La metà di tutti i cristiani in Asia si trova nelle Filippine. E’ gente semplice, la maggioranza è povera, ma la loro ricchezza è la fede: la fede, la musica e il sorriso! Dobbiamo condividere questo dono della fede con gli altri.

D. - La nuova evangelizzazione da chi deve partire, da quale categoria di persone?

R. - Ognuno, ogni battezzato, è chiamato ad essere evangelizzatore: l’età non importa, il livello di educazione non importa. La grazia e la determinazione di far conoscere Cristo: questo è tutto ciò che costituisce il motore per l’evangelizzazione.

Ultimo aggiornamento: 25 ottobre