La guerra civile che dilania il paese nella testimonianza di un missionario comboniano introdotta dal Papa - Lettere dal Sud Sudan

2017-09-23 L’Osservatore Romano

«I missionari sono soliti raccontare la loro vita sovente vissuta in periferia e dalla parte dei poveri» scrive Papa Francesco nell’introduzione al libro, non ancora in commercio, Sud Sudan. Il lungo e sofferto cammino verso pace giustizia e dignità (Viareggio, Dissensi, 2017, pagine 250), sulla spaventosa guerra civile che dilania lo stato più giovane dell’Africa.

«Così è questa testimonianza di padre Daniele Moschetti, missionario comboniano — continua Papa Bergoglio nel suo testo introduttivo — che offre un ampio resoconto del generoso e appassionato impegno di tanti missionari e missionarie al fianco dei bisognosi, e, soprattutto, di chi soffre a causa di perduranti conflitti, che causano morte e distruzione. Non potendo, purtroppo, visitare nell’immediato futuro le terre martoriate del Sud Sudan, desidero con queste poche righe rendermi presente a tutta la popolazione del Paese, a chi si adopera per alleviarne le sofferenze, come pure a quanti lavorano incessantemente per la pace e la riconciliazione». C’è bisogno, continua il Papa, di sensibilizzare la comunità internazionale su un dramma di proporzioni enormi ma non abbastanza noto, e serve l’impegno di tutti per giungere a una soluzione che ponga fine al conflitto in corso. Disinteressarsi dei problemi dell’umanità soprattutto in un contesto come quello che affligge il Sud Sudan, ribadisce Francesco citando l’esortazione apostolica Evangelii nuntiandi (31 e 34), significherebbe «dimenticare la lezione che viene dal Vangelo sull’amore del prossimo sofferente e bisognoso». Rinnovando la sua gratitudine ai missionari che discretamente e silenziosamente svolgono il loro servizio, il Papa invoca l’intercessione di san Daniele Comboni — che per questo popolo ha dato la vita, morendo a Khartoum nel 1881 — e la santa sudanese Josephine Bakhita. Della “missione possibile” di padre Daniele parlano anche, presentando il libro, padre Alex Zanotelli, monsignor Giorgio Biguzzi, vescovo emerito della diocesi di Makeni, in Sierra Leone, Giulio Albanese e Tesfaye Tadesse Gebresilasie, superiore generale dei missionari comboniani.