Il Papa è arrivato in Myanmar: grande festa ad accoglierlo

2017-11-27 Radio Vaticana

Papa Francesco è arrivato poco prima delle 8.00, alle 7.52 (13.22 ora locale) all'aeroporto internazionale di Yangon in Myanmar. E' iniziato così il suo 21.mo viaggio apostolico che poi lo porterà in Bangladesh. Ad accogliere il Papa a bordo dell'aereo, il nunzio apostolico mons. Paul Tschang In-Nam ed il capo del protocollo. Ufficialmente allo scalo di Yangon il Papa è stato accolto da un Ministro del Presidente della Repubblica Htin Kyaw. Presenti i vescovi del Myanmar e un centinaio di bambini e gruppi etnici in abito tradizionale. L'accoglienza prevedeva solo la rassegna della Guardia d'onore, senza discorsi.

Il Papa si è quindi diretto all'arcivescovado di Yangon nella residenza che lo accoglierà nel corso della sua permanenza in Myanmar e qui ha trovato una folla festosa ad aspettarlo:

Nel palazzo arcivescovile attorniato da giardini, Francesco celebrerà la Santa Messa in privato e subito dopo, è prevista la cena ed il pernottamento.

Dall'aereo che lo conduceva in Myanmar, il Papa ha inviato un telegramma di saluto alle autorità dei Paesi sorvolati. Nel messaggio al Presidente della Repubblica italiana Mattarella, il Pontefice ha detto che prega "per il popolo italiano, affinchè possa guardare al futuro con fiducia e speranza, costruendo il bene comune nell'attenzione ai bisogni di tutti i cittadini". "Nel momento in cui lascio Roma per recarmi in Myanmar e Bangladesh come pellegrino di pace, per incoraggiare - scrive il Pontefice - le piccole ma ferventi comunita' cattoliche, mi è caro rivolgere a lei, signor Presidente, il mio deferente saluto". Francesco ha inviato telegrammi di saluto alle autorità di Croazia, Bosnia ed Erzegovina, Montenegro, Serbia, Bulgaria, Turchia, Georgia, Azerbaigian, Turkmenistan, Afghanistan, Pakistan e India.

(Da Radio Vaticana)