Il cardinale Lehmann su S. Ildegarda di Bingen: il suo esempio, una fede audace

2012-10-07 Radio Vaticana

“Un carisma santo, profondo e scomodo”. È il titolo del lungo e appassionato discorso che ieri pomeriggio il cardinale vescovo di Magonza, Karl Lehmann, ha tenuto all’ambasciata della Repubblica Federale di Germania presso la Santa Sede, in occasione di una Conferenza indetta per celebrare la proclamazione di Santa Ildegarda di Bingen a Dottore della Chiesa. “Per quasi 2000 anni i dottori della Chiesa sono stati esclusivamente uomini”, ha esordito il porporato, ricordando come “il periodo successivo al Concilio Vaticano II” abbia “segnato una svolta inaspettata”, poiché dal 1970 fino al 7 ottobre 2012, ha rilevato, “il destino di essere proclamate dottore della Chiesa è spettato a quattro donne”: il 27 settembre 1970 Santa Teresa d’Avila, il 4 ottobre 1970 Santa Caterina da Siena – entrambe proclamate da Paolo VI, e il 19 ottobre 1997 Santa Teresa di Lisieux, proclamata da Giovanni Paolo II.

Ora, ha proseguito il cardinale Lehmann, a questo elenco si aggiunge Santa Ildegarda di Bingen, della quale il porporato ha ricordato i passaggi salienti della vita e soprattutto della poliedrica opera evangelizzatrice, scaturita da una intelligenza spirituale e umana fuori dal comune. “Oggi – ha osservato il vescovo di Magonza – Ildegarda si presenta a noi in tutta la sua universalità audace. Ci sentiamo attratti dall’affettuosa attenzione che ella presta alle forze risanatrici della Creazione, e dalle sue molteplici doti artistiche, ma soprattutto dalla sua intensa predicazione della fede; la sentiamo dunque vicina come donna che ha amato Cristo nella Sua Chiesa senza alcuna ingenuità e senza timore. Anzi – ha concluso il cardinale Lehmann – proprio grazie al suo contatto con il mistero di Dio fu in grado di dire la parola giusta alla sua epoca, in tutta libertà e senza alcun timore. Nella crisi dell’uomo d’oggi che stiamo affrontando, Ildegarda ha ancora molte cose importanti da dirci”. (A cura di Alessandro De Carolis)