Il card. Cipriani: il Papa attende con gioia il viaggio in Perù

2017-12-05 Radio Vaticana

di Amedeo Lomonaco

Papa Francesco sta pensando, con tanta gioia, al prossimo viaggio apostolico in Perù, in programma dal 18 al 21 gennaio. E’ quanto ha affermato l'arcivescovo di Lima, cardinale Luis Cipriani Thorne, che ieri ha incontrato il Santo Padre. La visita, che si snoderà tra le città di Lima, Puerto Maldonado e Trujillo, sarà preceduta dal viaggio in Cile, dal 15 al 18 gennaio. Il porporato si è soffermato sul viaggio di Papa Francesco incontrando a Roma alcuni giornalisti che si recheranno in Perù.

L’arcivescovo di Lima ha ricordato che in Perù, su oltre 31 milioni di persone, quasi il 78% si dichiara cattolico. E’ una terra di molti santi, di grandi santi. Tra questi – ha spiegato – ci sono San Francesco Solano e i primi santi d’America: Santa Rosa da Lima e San Martino de Porres.

La piaga della corruzione
 Il Papa – ha detto il porporato – non si reca in Perù per dare indicazioni politiche. La sua è una visita pastorale. Parlerà probabilmente di una delle piaghe che colpisce il Paese: la corruzione. E lo farà non in una chiave politica, ma con una lettura di tipo morale. La corruzione – ha affermato l’arcivescovo di Lima – è un male da sradicare che colpisce soprattutto le persone povere. Sono infatti milioni le persone – ha detto - che non hanno accesso al sistema sanitario, ad una adeguata istruzione. Questa – ha aggiunto – è una tragedia.

La Chiesa sia più unita
La Chiesa – ha sottolineato il porporato - ha bisogno di unità affinché sia più credibile. Cruciale – ha aggiunto – è il ruolo dei laici. Non si deve vedere nella Chiesa una sorta di moralismo su cosa si possa fare o non si possa fare. Si tratta invece di seguire Cristo, ma non guardando la realtà dall’alto. Se facciamo così – ha affermato il cardinale – siamo sconfitti. Come dice il Papa, l’invito è quello di essere una Chiesa in uscita, una Chiesa che sia presente. L’arcivescovo di Lima ha infine ricordato che Papa Francesco attende con grande gioia il momento del viaggio in Perù:

“Me lo ha detto ieri: sta sognando questo viaggio. Comincia a parlare del viaggio con tanta gioia, con tanto calore… Mi sembra che per lui sia una grande soddisfazione. Io sento il mio Paese come un luogo che il Papa ha accanto al proprio cuore”. “Ha inviato una benedizione. E io ho registrato un piccolo video da lanciare il giorno del suo compleanno, il 17 dicembre, e l’ho fatto con tanta gioia”. 

Ascolta e scarica il podcast del servizio:

 

(Da Radio Vaticana)