Francesco prega per le vittime dell'attentato a Istanbul

2016-03-20 Radio Vaticana

Il nuovo attentato che ieri ha insanguinato il centro di Istanbul, in Turchia, causando la morte di 5 persone e il ferimento di altre 36 ha suscitato il cordoglio di Papa Francesco, che in un telegramma a firma del cardinale segretario di Stato, Pietro Parolin, esprime la propria “solidarietà nella preghiera” a tutte le persone toccate dalla tragedia e a tutta la nazione.

Secondo gli inquirenti, il kamikaze che ieri si è fatto esplodere non sarebbe un militante del Pkk, ma un turco affiliato al sedicente Stato islamico, identificato come Savaz Yildiz, 33 anni. L’uomo, originario di Adana, una città nel sud del Paese, faceva parte della lista dei sospetti potenziali kamikaze e si sarebbe fatto esplodere prima dell’obiettivo prefissato – una zona ancora più affollata – probabilmente per paura di essere fermato dalla polizia.

(Da Radio Vaticana)