• Udienza Generale

EUROPA/SPAGNA - La Gioventù Missionaria ricorda la religiosa spagnola uccisa ad Haiti, arrestato l’assassino

Madrid – Nei giorni scorsi è stato arrestato a Port-au-Prince il presunto assassino della missionaria spagnola suor Isa Solá, religiosa di Gesù e di Maria, aggredita e uccisa in una strada della capitale haitiana mentre guidava la sua auto, il 2 settembre 2016, a scopo di rapina . La notizia è stata confermata dalla stampa spagnola. La religiosa ha lavorato sette anni nella capitale di Haiti, impegnata con le fasce più umili e povere, con le quali praticamente conviveva dopo il terremoto del 2010. Secondo la nota pervenuta a Fides, il criminale faceva parte di una banda molto pericolosa, responsabile di furti, stupri e omicidi. Nell’operazione di polizia sono stati arrestati anche altri 12 membri del gruppo criminale.
Maria Angeles Aliño, superiora provinciale delle religiose di Gesù e Maria in Spagna, ha spiegato al periodico "Vida Nueva" che in questi sette mesi, "il ricordo di Isa Solá è una costante nella nostra comunità", sottolineando che ha una influenza molto forte tra le sorelle più giovani. Madre Aliño ha confermato che la congregazione continua a cercare una sostituta per la missione ad Haiti: "Vogliamo rimanere ad Haiti, un popolo che ci preoccupa e che vogliamo continuare ad assistere nella sua sofferenza".
Durante il XIV Incontro della Gioventù Missionaria, che si svolge a El Escorial dal 21 al 23 aprile, organizzato dalle Pontificie Opere Missionarie della Spagna, in collaborazione con la Commissione episcopale per le missioni, uno spazio sarà riservato al ricordo e all’omaggio a suor Isa Solà. All’Incontro sono presenti più di 150 giovani provenienti da tutta la Spagna, che condivideranno le esperienze dei loro soggiorni nei paesi di missione. Fra loro alcuni missionari “particolari” come Dara O'Brien, che vive nella sua sclerosi multipla "la vittoria di Cristo sulla croce, che tante volte aveva predicato ai giovani", come si legge nella nota inviata a Fides dalle POM della Spagna.