Emergenza alluvioni in Asia. Negli Usa, si contano danni per Harvey

2017-09-03 Radio Vaticana

A termine dell’Angelus, Papa Francesco ha rinnovato la propria vicinanza alle popolazioni dell’Asia meridionale che patiscono le conseguenze dalle alluvioni e ha espresso la sua partecipazione alle sofferenze degli abitanti di Texas e Louisiana colpiti dall’uragano.

Proprio oggi, negli Stati Uniti si svolge oggi una giornata nazionale di preghiera per le vittime dell’uragano Harvey, che ha provocato 50 vittime, inondando migliaia di abitazioni.  Ieri il presidente Usa, Donald Trump, ha visitato per la seconda volta in una settimana le zone alluvionate e ha chiesto al Congresso l'approvazione di 7,8 miliardi di dollari come fondo iniziale per aiutare la ripresa nelle zone colpite.

Intanto, l’Unicef lancia l’allarme per le popolazioni alluvionate che hanno colpito anche l’Asia meridionale, in particolare il Nepal, il Bangladesh e l’India. Secondo l’Agenzia Onu, quasi 16 milioni di bambini e le loro famiglie hanno urgente bisogno di aiuto a causa delle inondazioni che hanno provocato un gran numero di vittime. Secondo i dati diffusi, infatti, da metà agosto sono stati segnalati almeno 1.288 morti e oltre 45 milioni di persone colpite. (E.R.)

(Da Radio Vaticana)