Documentario del Centro televisivo vaticano - Padre Pio costruttore di misericordia

2016-02-03 L’Osservatore Romano

Che cosa rappresenta il santo da Pietrelcina oggi?: è questo l’interrogativo di fondo cui intende dare un’esaustiva risposta il documentario Padre Pio costruttore di misericordia che il Centro televisivo vaticano ha realizzato in collaborazione con Officina della Comunicazione e la Provincia di sant’Angelo e Padre Pio dei Frati Minori Cappuccini. 

Uno dei mosaici di Rupnik  nella cripta di San Giovanni Rotondo

Durante il giubileo della misericordia e in occasione della traslazione temporanea a Roma (dal 3 all’11 febbraio) delle reliquie del santo, tale documentario si configura come un prezioso ed efficace strumento per richiamare l’insegnamento di un uomo che è entrato nel cuore di tutti. Visitando i luoghi cari a padre Pio e proponendo le toccanti testimonianze delle persone che lo hanno conosciuto, s’intreccia un suggestivo racconto tra presente e passato, il cui percorso viene guidato dai bellissimi mosaici realizzati per la cripta di San Giovanni Rotondo dal teologo sloveno Marko Ivan Rupnik. Il documentario affronta e sviluppa temi quali la sofferenza, la misericordia e la santità che della predicazione di padre Pio hanno rappresentato l’anima e il fulcro. Particolarmente significative sono quei filmati d’epoca in cui è possibile trovare ennesima conferma della grandissima popolarità di cui godeva il santo da Pietralcina. Il ritratto complessivo che emerge dal documentario suggella l’attualità del messaggio lasciato in eredità da padre Pio, che proprio nella misericordia seppe subito riconoscere la principale via per giungere alle ardue mete della pace, della riconciliazione e del perdono.