​Davanti alla tilma di Juan Diego

2016-02-15 L’Osservatore Romano

Lo aveva chiesto come un favore personale, alla vigilia del viaggio: poter restare qualche momento solo davanti all’immagine della Vergine di Guadalupe. Sabato pomeriggio, al termine della messa celebrata nel santuario mariano, Papa Francesco è stato accontentato. E così per circa venti minuti è rimasto in preghiera da solo nel Camarín, davanti alla tilma di Juan Diego con impressa la miracolosa effige. Ad accompagnarlo il rispettoso e silenzioso raccoglimento dei fedeli che erano all’interno della basilica e che hanno potuto assistere a questo momento di intensa emozione attraverso lo spazio occupato dalla sacra immagine, lasciato momentaneamente aperto. Come uno dei milioni di pellegrini che ogni anno qui giungono da ogni parte del Messico e dell’intero continente, il Pontefice latinoamericano ha portato un omaggio alla Morenita, la “meticcia”, come qui viene affettuosamente chiamata: un diadema d’oro, benedetto al termine della messa, un mazzo di rose gialle, portate fino al Camarín da due bambine vestite di bianco e un rosario. Un appuntamento tanto atteso, iniziato con una mano posata sull’immagine, quasi una carezza.

Del resto in San Pietro il 12 dicembre, nella messa dedicata alla Vergine, annunciando questa visita, il Papa aveva anticipato che avrebbe chiesto «in maniera forte» per tutta l’America che questo anno giubilare fosse «una semina di amore misericordioso nel cuore delle persone, delle famiglie e delle nazioni». E così è stato.

Ma tutto il rito — concelebrato dai vescovi del Paese, dai presuli del seguito papale e da numerosi sacerdoti — è stato particolarmente intenso. Dopo l’omelia, dai toni molto personali, piena di tenerezza, pronunciata come fosse un colloquio intimo e che ha richiamato la spiritualità guadalupana, Francesco si è seduto davanti all’altare, rivolto all’immagine mariana, per una riflessione intima. E anche al termine della messa, dopo la benedizione, mentre l’assemblea guidata dal coro intonava il canto finale, il Papa e gli altri concelebranti si sono rivolti verso la Vergine. 

dal nostro inviato Gaetano Vallini