Catalogna, ultimatum di Madrid a Barcellona sull'indipendenza

2017-10-12 Radio Vaticana

E' "molto importante" che il presidente catalano Carles Puigdemont "risponda bene" all'ultimatum lanciato dal governo spagnolo. Lo ha affermato davanti al Congresso il premier Mariano Rajoy. Ora Puigdemont avrà cinque giorni per decidere se confermare l’indipendenza della Catalogna.

Dunque scadrà lunedì l'ultimatum lanciato dal governo spagnolo al presidente catalano Carles Puigdemont. Dunque gli indipendentisti dovranno tornare sui loro passi altrimenti scatterà l’articolo 155 della Costituzione che prevede la sospensione d’autorità dell’autonomia catalana.

Il premier Mariano Rajoy ha detto che il governo spagnolo attende una risposta "corretta" dalla Generalitat che ieri aveva affermato di voler sospendere gli effetti della dichiarazione di indipendenza. Comunque Madrid rifiuta la richiesta di mediazione offerta da Puigdemont sul tema dell'indipendenza catalana. E questo perché, ha ribadito Rajoy, la Spagna è indivisibile.

Tutti i governi europei dicono no all’indipendenza della Catalogna. In Catalogna "ogni escalation deve essere evitata", ha affermato la cancelliera tedesca Angela Merkel. Per il premier italiano Paolo Gentiloni “bisogna sottolineare la necessità di rispettare il quadro costituzionale e le leggi”.

(Da Radio Vaticana)