Carpi e Mirandola aspettano Francesco

2017-03-17 Radio Vaticana

A cinque anni di distanza dal terremoto, il 2 Aprile Carpi e Mirandola accoglieranno Papa Francesco. "Gioia e sorpresa per una visita inattesa" ha dichiarato il Vescovo della Diocesi, mons. Francesco Cavina che, con il sindaco di Carpi Alberto Bellelli, ripercorre i drammatici momenti del sisma e il senso di unità e coesione sociale che da sempre caratterizza la gente di questa terra

Ma oltre all'impegno per la ricostruzione, la Diocesi di Carpi lavora intensamente ad un'altra emergenza sociale, quella dei padri separati: "abbiamo attivato diversi progetti - conferma don Massimo Dotti, direttore di Caritas locale - a sostegno delle famiglie. Abbiamo aperto in questi anni alcune realtà di social housing a favore di donne e bimbi, nuclei familiari interi ma senza trascurare la figura dei padri separati e in difficoltà. Il Papa - conclude - benedirà la prima pietra della nuova struttura che prevede 6 posti letto per uomini con difficoltà di carattere abitativo e non solo."

(Da Radio Vaticana)