Card. Filoni rientrato dal Giappone: rilanciata la spinta evangelizzatrice

2017-09-27 Radio Vaticana

di Roberto Piermarini

Il prefetto della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli, il cardinale Fernando Filoni, è appena rientrato in Vaticano dopo una visita pastorale di una settimana in Giappone. Nel Paese i cattolici, su una popolazione di oltre 127 milioni di abitanti, sono 550mila. Il porporato ha incontrato tutte le realtà della Chiesa nipponica. Intenso il programma del viaggio con le tappe a Fukuoka, Nagasaki ed Hiroshima - con la toccante visita al Memoriale della Pace e della bomba atomica - poi Osaka, Sendai, sui luoghi del terremoto e dello tsunami ed infine la capitale Tokyo. 

Ai nostri microfoni il cardinale spiega le difficoltà, ma anche le potenzialità del cattolicesimo in Giappone considerato ancora una "religione straniera"; ci fa capire meglio tanti aspetti della cultura giapponese, le ferite lasciate dal militarismo passato, il ruolo della persona in una società che molto punta all'"efficienza" e al " lavoro" coi rischi che questo comporta: esorta infatti a passare da un'antropologia che "non privilegia l'uomo", visto come "al servizio della realtà economica e dell'organizzazione", ad una impostata sull'uomo "come centro dell'universo". Il porporato dà anche un'idea di come i giapponesi avvertano fortemente la paura di un attacco nucleare da parte della Corea del Nord, sottolineando la "promozione della pace" molto forte tra la gente, ma anche, come è naturale che sia, "il bisogno di difendersi" che si avverte quando si è minacciati.

Il cardinale Filoni racconta infine di aver visto una Chiesa impegnata al fianco dei bambini e degli anziani, specie nei luoghi devastati dallo tsunami, e una Chiesa nella quale, come ha chiesto il Papa, c'è il bisogno di una "mentalità evangelizzatrice" piena di "impegno" e di "adesione concreta".

Ascolta e scarica l'intervista integrale al cardinale Fernando Filoni

 

(Da Radio Vaticana)