Bologna. Mons. Zuppi: Papa tra noi per aiutarci a vivere il Vangelo

2017-09-30 Radio Vaticana

di Alessandro Di Bussolo

E' tutto pronto a Cesena e Bologna per la visita pastorale di Papa Francesco. Domani mattina il Papa incontrerà la cittadinanza di Cesena ed in cattedrale il clero, i consacrati, i laici dei Consigli pastorali, i membri della Curia ed i responsabili delle parrocchie. Prima di lasciare la città emiliana ci sarà un breve incontro con gli ospiti della Casa di Accoglienza della diocesi e gli organizzatori della visita. Da Cesena Papa Francesco si sposterà a Bologna dove nell'Hub regionale incontrerà un gruppo di migranti. Quindi l'incontro con il mondo del lavoro, l'Angelus in piazza Maggiore ed il pranzo di solidarietà con i poveri, i rifugiati ed i detenuti. Nel primo pomeriggio l'incontro con i sacerdoti, religiosi, seminaristi e diaconi nella cattedrale di San Pietro. Seguiranno gli incontri con gli studenti ed il mondo accademico in piazza San Domenico ed allo stadio Dall'Ara la celebrazione della Messa che concluderà l'intensa giornata del Papa.

Intervista di Alessandro Di Bussolo con l'arcivescovo del capoluogo emiliano, mons. Matteo Zuppi:

R. - E’ la conclusione del Congresso eucaristico, che è stato molto importante come tutti i congressi eucaristici della diocesi di Bologna. Quest’anno il tema “Eucaristia e Città degli uomini” ci ha aiutato a riscoprire la presenza del Signore nell’Eucaristia e anche, attraverso l’Eucaristia, a guardare con occhi nuovi, con gli occhi della misericordia, con gli occhi di Gesù, la Città degli uomini, e quindi vederla in maniera diversa, con più interesse e quindi capire la realtà degli uomini: questo spiega anche l’incontro con cui comincia la visita di Papa Francesco, che è quello con le periferie più lontane, quelle che arrivano anche nella nostra città, che è l’Hub di via Mattei, dove giungono dai porti dove sono accolti i profughi che sbarcano nel nostro Paese.

Il secondo grande significato è la Giornata della Parola. Nel documento conclusivo, finale, dell’anno della Misericordia, Papa Francesco ha indicato due appuntamenti, la Giornata dei Poveri, che si terrà nel mese di novembre, la 33.ma giornata del tempo ordinario, e questa domenica della Parola. E’ la seconda grande sottolineatura del viaggio. Ripartire dal Vangelo, rimettere al centro la Parola, ascoltarla, con la gioia di un Vangelo che cambia la nostra vita e ci aiuta a portare la gioia al mondo che ci circonda.

D. - Monsignor Zuppi, quali frutti si aspetta la Chiesa che è in Bologna da questa visita di Papa Francesco?

R. - Aspettiamo la gioia dell’incontro, la gioia della visita, che ci aiuta a comprendere con più profondità la nostra realtà, con le grandi attese e le difficoltà, quindi essere confermati. La conferma è aiutarci a vivere la scelta del Vangelo, questa scelta di guardare con gli occhi di Gesù e di vivere la gioia del Vangelo come con tanta insistenza Papa Francesco ci chiede. E quindi credo che darà tanti frutti di una vera consapevolezza e di un vero entusiasmo, nel senso più vero e profondo, di una gioia che riempie la nostra vita e proprio per questo ci porta ad andare con responsabilità e con fiducia incontro agli altri.

 

 

 

(Da Radio Vaticana)