ASIA/YEMEN - Emergenza colera: un terzo dei casi nel Paese riguarda i bambini

Sana’a – In Yemen è emergenza colera. A causa della mancanza di servizi pubblici basilari, come il sistema sanitario, l’approvvigionamento di acqua e la gestione dei rifiuti, la pandemia si sta propagando in tutto il Paese riportano le informazioni giunte a Fides. Secondo i dati dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Infanzia un terzo dei casi registrati riguarda i bambini. Le autorità locali riferiscono 11 mila casi sospetti e 250 pazienti contagiati. Nelle ultime tre settimane sono morte circa 130 persone in diverse province della nazione, la stessa cifra registrata nel 2016. Tra il 27 aprile e il 16 maggio l’Unicef ha individuato possibili sospetti di colera nelle province di Saná, Dhalea, Ibb, Taiz, Dhamar, Hajjah, Bayda, Amanat, Asima e Hudaydah.
Inoltre circa 2,2 milioni di bambini soffrono di denutrizione, 462 mila di loro sono affetti dalla forma grave. Uno yemenita su due, con meno di 5 anni di età, non raggiunge lo sviluppo fisico e psicologico corrispondente alla sua età. La popolazione si trova ad affrontare una nuova crisi sanitaria. Il 25% dei casi sono nella provincia di Sana’a. Gli ospedali e i centri medici stanno avendo difficoltà ad assistere il grande numero di pazienti con sintomi di colera a causa della penuria di medici e personale infermieristico. La precedente epidemia era stata registrata l’inverno passato con 27 mila casi e 130 morti.