AMERICA/PARAGUAY - Anniversario dell’indipendenza: ribadita la necessità di riformare insieme la Costituzione

Asuncion – Alla presenza del presidente Horacio Cartes, di ministri, giudici della Corte Suprema, di parlamentari e capi militari, l'Arcivescovo di Asunción, Mons. Edmundo Valenzuela, ha celebrato nella Cattedrale, il 15 maggio, la Messa ed il Te Deum di ringraziamento per il 206° anniversario dell'indipendenza del Paraguay.
Durante la celebrazione è stato letto il messaggio del Santo Padre che augura a questo paese un "progresso spirituale". L’Arcivescovo, a nome della Chiesa cattolica locale, ha quindi ribadito la necessità di riformare insieme la Costituzione: "Prepariamo con il tempo necessario la partecipazione dei cittadini, in particolare delle università, per una possibile riforma costituzionale". La riforma della Costituzione deve garantire "l'identità del Paraguay, con i suoi valori culturali e l'equilibrio dei tre poteri, senza la dittatura di nessuno di questi" ha sottolineato.
La Chiesa cattolica ha partecipato attivamente alla pacificazione del popolo del Paraguay negli ultimi eventi di acceso confronto politico poco tempo fa . Violente proteste popolari si erano accese contro la riforma costituzionale che aprirebbe la strada alla rielezione dell’attuale Presidente, Horacio Cartes . Poco dopo lo stesso Cartes ha proposto di incontrare diversi gruppi istituzionali per risolvere la situazione, tra cui i Vescovi . La posizione della Chiesa in merito alla modifica costituzionale è sempre stata quella di abbandonare il progetto se non c'è prima un dialogo e un consenso popolare .