AMERICA/MESSICO - Un altro sacerdote aggredito da un gruppo armato, denuncia della diocesi

Coahuila – “Presunti membri del corpo di polizia di Coahuila, la sera del 16 marzo hanno fatto irruzione violenta nella casa di padre Robert Francis Coogan, responsabile della Pastorale Penitenziaria della diocesi, e dopo aver aggredito fisicamente il sacerdote, hanno portato via uno dei coinquilini, con la falsa accusa di aver trovato della droga dentro casa” si legge nel comunicato della diocesi di Coahuila, inviato a Fides.
Il testo informa inoltre che il gruppo era di 6 persone, "a quanto sembra un gruppo della delinquenza organizzata", ma indossavano la divisa delle forze dell'ordine di Coahuila. Hanno mostrato un pacco contenente della droga, molto probabilmente portato da loro stessi, solo per accusare e portare via con la violenza uno degli inquilini.
"Facciamo appello alle autorità – è scritto nel comunicato della diocesi -, per fare chiarezza sul fatto che gruppi del crimine organizzato usano la divisa e l'equipaggiamento dato in uso esclusivo delle forze dell'ordine, per intimidire e minacciare la popolazione" conclude il testo.
Purtroppo non è un caso isolato: secondo la diocesi, nelle ultime settimane, ci sono stati altri casi di violenza contro i sacerdoti e contro persone impegnate nel servizio alla Chiesa. Il Vescovo di Saltillo, Sua Ecc. Mons. Raul Vera Lopez, ha denunciato in diverse occasioni la violenza che cresce sempre di più nella zona.