• Santa Messa con imposizione del Pallio

AMERICA/MESSICO - Frontiera Messico-Usa: già operativa la commissione Pro-Migrante in 18 diocesi

Naucalpan – Diciotto diocesi di confine, in Messico e negli Stati Uniti d’America, hanno costituito le commissioni per la consulenza legale ai migranti in pericolo di essere deportati o in transito verso gli Stati Uniti. La nota pervenuta a Fides segnala che in Texas le commissioni sono operanti a Chihuahua, Coahuila, Nuevo Leon e Tamaulipas.
In una lunga intervista concessa alla stampa messicana il 15 marzo, padre Arturo Montelongo, segretario esecutivo della Commissione Episcopale per la Mobilità Umana, ha esposto alcuni elementi dell’impegno della Chiesa per la difesa dei migranti, tra cui l'apertura di centri sociali in cui i rimpatriati possano insegnare i mestieri appresi negli Stati Uniti. E’ poi in programma la creazione di un fronte “pro-migrante” a livello di Conferenza episcopale, composto da 35 diocesi lungo entrambi i lati della frontiera.
"Come Chiesa abbiamo accompagnato il cammino dei migranti da molto tempo, sia come azione caritativa che umanitaria. Abbiamo 64 centri di accoglienza in tutto il paese, ma siamo nella fase di aprirne ancora qualcuno" ha riferito padre Montelongo nel suo colloquio con la stampa a Naucalpan de Juarez, vicino a Città del Messico.