• Udienza Generale

AMERICA/BRASILE - Protomartiri del Brasile: esempi di devozione eucaristica, fedeltà alla Chiesa ed impegno missionario

Rio Grande do Norte – C’è grande gioia a Rio Grande do Norte dopo la notizia che il 15 ottobre avrà luogo la canonizzazione dei Protomartiri del Brasile: André de Soveral, Ambrosio Francisco Ferro, sacerdoti, Matteo Moreira, Laico, e 27 compagni, uccisi in odio alla fede in Brasile il 16 luglio 1645 e il 3 ottobre 1645. Ieri Papa Francesco, durante il Concistoro Ordinario, ha definito la data della canonizzazione, che si celebrerà a San Pietro il prossimo 15 ottobre. La promulgazione del decreto della canonizzazione era avvenuta il 23 marzo scorso.
Come informa la nota pervenuta a Fides da fonti locali, non solo a Cunhaú e Uruacu, ma in tutto Rio Grande do Norte e in molte altre città del Brasile si pregano i Protomartiri del Brasile, in modo particolare ogni volta che si celebra un Congresso Eucaristico oppure alla festa del Corpus Domini, in quanto sono sempre stati considerati esempi di devozione eucaristica, di fedeltà alla Chiesa e di impegno missionario.
Queste le parole di San Giovanni Paolo II alla celebrazione di beatificazione dei 44 martiri, il 5 marzo 2000, in San Pietro. "Evocando un significativo richiamo alla celebrazione dei cinquecento anni di evangelizzazione del Brasile, che si svolge quest'anno . In questo vasto paese, non erano poche le difficoltà d'evangelizzare. La presenza della Chiesa è stata lentamente affermata attraverso l'attività missionaria di vari ordini religiosi e sacerdoti del clero diocesano. I martiri beatificati oggi, della fine del XVII secolo, sono delle comunità di Cunhaú e Uruacu di Rio Grande do Norte. André de Soveral, Ambrosio Francisco Ferro, sacerdoti e 28 compagni appartengono a questa generazione di martiri che bagnando il suolo nazionale lo rende fertile per la generazione di nuovi cristiani. Sono i primi frutti del lavoro missionario, Protomartiri del Brasile. Uno di loro, Mateus Moreira quando ancora era vivo, gli è stato strappato il cuore ma ha avuto ancora la forza di proclamare la sua fede nell'Eucaristia dicendo: Lode al Santissimo Sacramento."