Ambasciatore Indonesia: promuovere il dialogo tra le religioni

2017-09-13 Radio Vaticana

Soddisfazione per il successo e lo sviluppo delle relazioni diplomatiche e culturali tra Santa Sede e Repubblica di Indonesia è stata espressa dall’ambasciatore Antonius Agus Sriyono in occasione delle celebrazioni per il 72.mo anniversario dell’indipendenza del Paese asiatico. Di fronte a numerosi rappresentanti della Santa Sede e del corpo diplomatico accreditato in Vaticano, l’ambasciatore Sryiono ha voluto ricordare il progetto concluso presso i Musei Vaticani con la realizzazione del Borobudur Garden e l’annesso giardino tropicale, che sarà testimone del ricco patrimonio di biodiversità con cui è stato benedetto l’arcipelago indonesiano.

Tra le iniziative in favore del dialogo e della pace, l’ambasciatore ha ricordato il convegno organizzato nel maggio scorso in collaborazione con il Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso e la Comunità di Sant’Egidio sul tema de “La Pluralità religiosa dell’Indonesia dal punto di vista musulmano”. Un’iniziativa - ha sottolineato l’ambasciatore Sriyono - diretta a favorire la reciproca comprensione e la costante ricerca della pace. A sottolineare l’importanza del pluralismo religioso dell’Indonesia, il più popoloso Paese a maggioranza musulmana nel mondo, è il dato dei 1.609 preti e suore indonesiani che lavorano e studiano in Italia. Tra le prossime iniziative in agenda anche la candidatura dell’Indonesia a un seggio non permanente nell’ambito del Consiglio di Sicurezza delle nazioni Unite per il periodo 2019-2020. (A cura di Stefano Leszczynski)

(Da Radio Vaticana)