AFRICA/KENYA - Ucciso in una rapina il guardiano della parrocchia di Nyalenda, a Kisumu


Nairobi - Ucciso in una rapina il guardiano della parrocchia di Nyalenda, uno slum nella città di Kisumu, nel centro-ovest del Kenya, sul lago Vittoria, nella notte tra il 18 e il 19 marzo.
George Omondi, 47 anno, padre di cinque figli, è stato colpito più volto alla testa e al collo da alcuni banditi che cercavano di penetrare nell’abitazione del parroco, p. George Kraakman, missionario olandese dei Mill Hill, impedendo ai malviventi di entrarvi.
P. George svegliato dal trambusto, ha trovato il guardiano a terra in una pozza di sangue. Trasportato immediatamente all’ospedale, i medici non hanno potuto far altro che constatare il suo decesso.
I banditi hanno rubato dalla dispensa il frigorifero pieno di alimenti, ma non sembrano aver commesso atti sacrileghi nella chiesa.
La polizia ha di recente intensificato i controlli nella zona dove è stato registrato un aumento dei crimini anche violenti.
La carestia che sta colpendo l’Africa orientale sta avendo un forte impatto anche in Kenya, che vede metà del suo territorio interessato dalla siccità. Il Presidente Uhuru Kenyatta ha deciso di dispiegare l’esercito nelle contee Baringo e Laikipia nella Rift Valley in appoggio alla polizia per cercare di fermare le violenze tra agricoltori e pastori che da febbraio hanno causato almeno 21 morti.