AFRICA/KENYA - “La Commissione Elettorale assicuri un voto credibile” chiedono le principali confessioni religiose keniane


Nairobi - "La Commissione Elettorale indipendente dovrebbe concentrarsi sulle prossime elezioni assicurandosi in primo luogo di mettere in ordine la propria casa. Non guidare con lo sguardo rivolto allo specchietto posteriore. Non devi aspettare la sentenza della Corte Suprema perché già conosci quali sono le tue mancanze”, ha dichiarato il dottor Francis Kuria, direttore esecutivo del Consiglio interreligioso del Kenya , parlando ad un forum pubblico sulle elezioni presidenziali del 17 ottobre. Queste elezioni sono state indette dopo che la Corte Suprema ha invalidate quelle che si sono tenute l’8 agosto, vinte dal Presidente uscente Uhuru Kenyatta .
Il direttore esecutivo dell’IRC è quindi intervenuto nel dibattito in corso in Kenya sulle presunte mancanze della Commissione Elettorale Indipendente nel gestire le elezioni dell’8 agosto, denunciate dal cartello dell’opposizione, NASA , il cui candidato, Raila Odinga, aveva presentato il ricorso alla Corte Suprema che ha determinato l’annullamento del voto.
È soprattutto il sistema di votazione elettronica gestito IEBC al centro delle polemiche. La NASA afferma infatti che ignoti avrebbe manipolato i risultati manipolando il sistema. La Corte Suprema non ha ancora pubblicato le motivazioni della sentenza di annullamento della votazione, ed è quindi prematuro speculare su eventuali mancanza della IEBC. Questa però è sollecitata da più parti a rivedere le proprie procedure. “La IEBC questa volta deve mostrare ai keniani che sta lavorando in modo diverso, e deve migliorare i propri sistemi e infrastrutture in modo che gli elettori possano credere ai risultati” ha sottolineato il direttore esecutivo dell’IRC. Questi ha sottolineato che i leader religiosi continueranno a dialogare con i funzionari di IEBC per assicurare che i keniani possano godere di elezioni libere, giuste e credibili.
Odinga ha chiesto un rimpasto della IEBC e una revisione del sistema elettronico di votazione. Una posizione ribadita nel suo discorso al forum, dal Chief Executive Officer della , Norman Magaya, che ha dichiarato che la coalizione non parteciperà alla votazione di ottobre se non vengono apportate modifiche al segretariato della IEBC.
Al Consiglio interreligioso del Kenya aderisce, oltre alla Conferenza Episcopale del Kenya, il National Council of Churches of Kenya, l’ Evangelical Alliance of Kenya, l’ Organization of African Instituted Churches Kenya, la Seventh Day Adventist Church, il Supreme Council of Kenyan Muslims, il National Muslim Leaders Forum, l’ Hindu Council of Kenya e la Shia Ithna-Asheri Muslim Association.