AFRICA/COSTA D’AVORIO - Continuano le proteste dei militari ammutinati; a Odienné il Vescovo si unisce alla mediazione


Abidjan - Continuano ad Abidjan e Bouaké le proteste dei militari che sono scesi nelle strade sparando in aria e terrorizzando la popolazione
Gli ammutinati chiedono il versamento della parte restante del bonus concesso dal governo a gennaio, quando si era verificato un analogo ammutinamento .
Secondo informazioni giunte all’Agenzia Fides, a Odienné il Vescovo del luogo, Sua Ecc. Mons. Antoine Koné, è intervenuto insieme al capo del cantone, per convincere i militari ammutinati della locale caserma a restituire alcuni veicoli rubati all’amministrazione locale e per far cessare gli spari per le strade.
I giovani di Odienné, esasperati per il forte turbamento arrecato alla vita civile, erano pronti a scendere per le strade ma sono stati dissuasi dal Vescovo e dalle autorità. La trattativa con gli ammutinati continua affinché a Odienné possa tornare la calma.
La situazione economica della Costa d’Avorio è peggiorata per il crollo del prezzo del cacao, principale fonte di valuta estera del Paese.